Domenica, 19 Aprile 2020 12:38

LA MOGLIE PERFETTA DI BLAKE PIERCE

copertina la moglie perfetta PierceBlake Pierce è l’autore della serie misteriosa Riley Page di grande successo, che include i thriller di suspense e di mistero Once Gone, Once Taken, Once Craved.

La serie misteriosa dal titolo “The Jessie Hunt psychological suspense series” di cui “La moglie perfetta” fa parte e che ne comprende altri dal titolo:

  • Il quartiere perfetto
  • La casa perfetta
  • Il sorriso perfetto

Questa serie psicologica ruota attorno alla figura di una donna Jessie Hunt ventinovenne apprendista in profilazione criminale. In questo primo romanzo, un thriller molto avvincente che tiene letteralmente il lettore con il fiato sospeso fino alla fine, Jessie una neo sposa crede di essersi lasciata alle spalle il suo torbido e cupo passato.

Lei e il suo neo-marito Kyle si sono appena trasferiti in un’accogliente e grande villa di Westport Beach nella Contea di Orange lasciando il loto angusto e piccolo appartamento della periferia di Los Angeles.

Lei è una attenta e perspicace studentessa in procinto di ottenere la sua laurea specialistica in psicologia forense mentre lui, il marito, lavora in un’azienda che si occupa di gestione finanziaria e investimenti.

Kyle ottiene una promozione che potrebbe farlo guadagnare ancora di più e diventare un membro più importante della sua azienda, con questo obiettivo ben fissato in testa si trasferiscono nella nuova casa. Dalla frenetica vita di città, veloce, caotica, e rumorosa si ritrovano in una piccola città sul mare, dove tutti conoscono tutti, una realtà ben diversa, ma solo apparentemente, dalle grandi metropoli.

Una comunità, quella di Westport Beach, fatta di circoli ricreativi, di yatch club dove tutto sembra procedere nel modo migliore, dove madri e mogli rinunciano alle loro vite e alle loro carriere lavorative per dedicarsi interamente e completamente alle loro famiglie. Donne che sembrano non accorgersi di tutti i segreti celati dai rispettivi mariti.

Anche la neo coppia sta pensando di allargare la famiglia ma l’idea di Jessie di far carriera come profiler criminale non l’abbandona mai, anzi è costantemente nei suoi pensieri. Questo probabilmente è strettamente collegato al suo passato, alla sua infanzia molto turbolenta che l’autore fa percepire al lettore solo nelle ultime pagine tenendolo quindi in attesa di sapere cosa si cela dietro questa giovane donna. Sì perché è proprio ripercorrendo il suo passato che poi si capiscono molti aspetti e molte sfaccettature del personaggio di Jessie Hunt. Probabilmente è proprio per il suo torbido passato che lei cerca in tutti modi di non ricordare di non riportarlo alla luce perché ciò le provoca solo dolore che per forza di cose si ripercuote con effetti anche molto negativi sulla sua vita psicologica. Basta anche un piccolo scricchiolio del legno della sua nuova casa a far sì che la sua mente riporti a galla il passato e così facendo inizia a fare anche dei sogni che la conducono nuovamente alla sua infanzia.

Jessie è estranea e molto lontana dalla vita calma e tranquilla di Westport Beach, nuova soprattutto a quello che sarà un nuovo modo di far parte della comunità, ovvero entrare nel famoso Circolo Deseo nel quale rientrano tutte le persone più in della città. Un circolo al quale lei dovrà iscriversi quasi costretta dal marito il quale la convince che questo lo aiuterà nel suo lavoro. Però subito dopo il loro arrivo Jessie inizia a notare una serie di strane cose che accadono in città; a partire dai loro stessi vicini di casa che all’inizio li accolgono con amore per poi rivelarsi tutta una farsa, per arrivare poi ai segreti loschi che nasconde lo yatch club che tutta la comunità frequenta. Jessie cercherà in tutti i modi possibili di capire cosa si cela dietro questo strano alquanto lussuoso circolo. Mentre cerca di adattarsi e di capire cosa nasconde Westport Beach ottiene il permesso, per poter finire un tirocinio che la porterà poi alla laurea, di incontrare e intervistare un noto serial killer rinchiuso in un ospedale psichiatrico.

Gli incontri con quest’ultimo, il quale sembra sapere molte cose di lei del suo passato ma anche e soprattutto del suo presente, la scoperta piano piano di tutto ciò che le accade intorno la porteranno a mettere in discussione la sua stessa salute mentale.

“La moglie perfetta” è un thriller psicologico emozionante, un susseguirsi di sensazioni ed emozioni che tengono il lettore letteralmente incollato al libro. Un giallo lineare nella sua trama con la presenza di un personaggio, quello della protagonista, che viene incalzato da un serial killer che la conosce molto bene e che farà vacillare la sua esistenza. Infatti punto focale di tutto il racconto saranno proprio gli incontri con quest’ultimo che lei vuole a tutti i costi e ottiene, incontri che le serviranno non solo per laurearsi ma anche e soprattutto per mettere chiarezza nel suo passato.

Un thriller questo che mostra la fragilità psicologica dell’essere umano, la paura di mettere in discussione tutto e di credere erroneamente di aver portato alla luce una realtà sbagliata fatta di inganni, tradimenti e bugie.

Letto 41 volte Ultima modifica il Martedì, 05 Maggio 2020 19:27